Quando i libri fanno sognare chi li legge e chi li scrive.

Scrivere non è affatto la semplice passeggiata che molti credono. Pubblicare poi implica una buona dose di coraggio perché, anche quando non si scrive di sé, la scrittura resta sempre una porta aperta sul nostro io più vulnerabile.

Per fortuna ci sono momenti in cui il mix di gioie e dolori che comporta questa professione viene surclassato da soddisfazioni indescrivibili. Come ricevere la mail di una importante casa editrice straniera alla quale è piaciuto il mio romanzo e che ne ha acquistato i diritti. Quando poi la suddetta casa editrice è tedesca, paese in cui ho vissuto e che amo, gli aggettivi per esprimere come ci si sente si contano sulle dita di una mano.

We are very much taken by Sabrina Grementieris LA FINESTRA SUL MARE. I especially like the atmosphere. The author is wonderfully capable of drawing the reader into the world of southern Italy. She also created real characters that have ambitions, that are torn between responsibility for others and their own dreams. They have to find their own way to achieve happiness even if it means that they have to let down others – just like in real life.

It is all there: a great love story, a beautiful setting and a loveable heroine.”

Dopo un periodo piuttosto intenso dedicato all’organizzazione di eventi per EWWA, l’associazione di professioniste della scrittura di cui faccio parte, iniziare un periodo fitto di presentazioni con questa notizia non può che essere di buon auspicio. Di certo è incoraggiante e anche i più impavidi hanno bisogno di un iniezione di ottimismo e motivazione.

Ecco quindi dove potrete trovare LA FINESTRA SUL MARE nelle prossime settimane.

  • Mercoledì 29 Marzo – Trieste – Libreria Lovat ore 18,00
  • Giovedì 30 Marzo      – Pieve di Soligo – Biblioteca Pieve, ore 21,00
  • Venerdì 31 Marzo      – Villorba (TV) – Libreria Lovat, ore 18,00
  • Domenica 8 Aprile     – Atri (TE) – Scuderie Ducali, ore 17,30

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Iniziare un nuovo cammino ci spaventa, ma dopo ogni passo ci rendiamo conto di quanto fosse pericoloso rimanere fermi. Cit.