Archivi tag: Masseria

La finestra sul mare.

In uscita il 14 Giugno 2016 il nuovo romanzo pubblicato dalla casa editrice Sperling & Kupfer. Nella suggestiva cornice del Salento, un’intensa storia d’amore, di famiglia e di rinascita che porta con sé tutto il sapore e la magia del Sud.

SOVR_978882006051_Grementieri_Una finestra.indd

Sinossi:

Sono le sei del mattino quando il telefono squilla e una voce, all’altro capo dell’apparecchio, annuncia tra le lacrime la morte di nonna Adele. È il primo giorno di aprile e la vita di Viola da allora non sarà più la stessa. Nonna Adele le ha lasciato in eredità l’antica masseria di famiglia nel Salento. Dell’antico splendore però è rimasto ben poco. La facciata, un tempo bianca e ben curata, è ormai grigia e scrostata, erba e sterpaglie crescono indisturbate ovunque e la buganvillea che incorniciava rigogliosa la porta principale ha visto di certo giorni migliori. Solo il vecchio, grande ulivo al centro della corte sembra sopravvivere, imperturbabile, a quella desolazione. Viola non sa che farsene della masseria. Per di più, i ricordi racchiusi tra quelle mura sono troppo dolorosi. Non ha niente da perdere, così decide di partire. Non è certa che sia la scelta giusta. Di sicuro non è la più semplice. E qualcuno sembra non gradire il suo arrivo alla masseria. Tra distese di ulivi, mandorli, papaveri e un mare azzurro come il cielo, dopo tanti ostacoli, Viola ritroverà finalmente la perduta strada di casa e dell’amore.

Incipit:

Il vento si insinuava prepotente e dispettoso attraverso gli infissi della vecchia casa. Era tutta la notte che si accaniva, portando fino al letto dell’anziana donna il rumore delle onde e il profumo del mare. Con l’arrivo dell’alba il vento non si era placato, ma l’animo della vecchia era finalmente in pace. Fissava da ore, senza vederlo davvero, un disegno appeso ai piedi del letto: glielo aveva regalato tanti anni prima la sua unica nipote, e ogni volta che lei veniva a trovarla lo ammiravano insieme ricordando i vecchi tempi. Quando la ragazza fosse tornata, era sicura che si sarebbe fermata di fronte al quadro, l’avrebbe sfiorato con le dita ripensando a lei. E avrebbe capito. Non era la strada più semplice, certo. Ma Adele Manieri Medrano era stata una donna alternativa in tutti i sensi. Non sarebbe stata la morte a cambiarne le abitudini.

Sospirò rumorosamente, voltando il capo verso la luce del giorno che trapelava dagli scuri.

La nipote avrebbe superato lo shock e accettato le sue volontà. Il fardello che le lasciava non era da poco, ma non era preoccupata. L’avrebbe riscossa dal torpore nel quale era caduta e le avrebbe dato uno scopo.

La luce era sempre più intensa e dalla corte arrivavano i primi accenni del nuovo giorno. Chiuse gli occhi, abbozzando un sorriso. Nulla di tutto ciò le sarebbe mancato. Per quanto avesse amato quella casa fortificata e le sue terre, le distese infinite di ulivi e di papaveri, il ruggito del mare d’inverno e i colori accecanti delle estati, ora era stanca. Il marito le mancava e negli ultimi cinque anni non c’era stato giorno in cui il vuoto che aveva lasciato non le togliesse il fiato. Antonio era stato un uomo forte, impetuoso e irriverente. Accanto a lui le difficoltà sembravano piccoli inconvenienti e la passione che metteva in ogni cosa illuminava le giornate di chi gli stava accanto. Sarebbe stato orgoglioso di lei, anche adesso che mollava gli ormeggi.

Adele chiuse gli occhi e inspirò a fondo. Era giunto il momento. Lieve come un soffio, la sua anima si liberò dalle catene e, rilassando il viso segnato dalla vita, prese il volo.

Dicono de La Finestra sul mare:

Link per l’acquisto: 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail