Scintilla Vitale – Irma Panova Maino

scintilla-vitale-con-logo-e-titolo1Una delle cose più belle di queste vacanze natalizie è il fatto che, finalmente, ho potuto leggere tanto, tantissimo, fin quasi a scoppiare. Erano anni che non mi concedevo tanti libri di fila e mi sento proprio appagata. Ho spaziato tra vari generi, anche non proprio quelli che leggo d’abitudine, e questo mi ha fatto scoprire piccole perle preziose.

Non mi soffermerò su libri di autori stranieri, bellissimi ma già sufficientemente famosi e conosciuti. Da quando ho scoperto il vasto e incredibile mondo degli autori italiani è a loro che voglio dedicare spazio nel mio blog. Perché sono validi, motivati, professionisti e a volte anche splendide persone!

Ma veniamo alla mia ultima lettura, Scintilla Vitale. Non ho mai letto nulla che parlasse di vampiri e simili e alla fine la mia innata curiosità ha vinto. Ed è stata una rivelazione. Reese e Devlin, vampiro e licantropo, i protagonisti del romanzo, sono così ben tratteggiati da sembrare tridimensionali. Nonostante le loro profonde diversità non sono riuscita a capire quale dei due mi piaccia di più. Entrambi sono decisamente affascinanti! Reese ha compiuto un percorso personale che reputo più profondo di Devlin. Il quale, dal canto suo, era già una meraviglia fin dall’inizio! Ho fatto più fatica ad entrare in sintonia con Carrie, la protagonista, ma trovo che anche questo sia un merito dell’autrice. Infatti Carrie, giovane prostituta malata di AIDS con un passato duro e arido alle spalle, è bravissima a tenere lontane le persone. E’ dura, aggressiva, pungente. E anche se pian piano si arriva a capire che sotto quella scorza c’è un cuore che batte e che ha voglia di amare, non è certo perché la protagonista ti faciliti la comprensione.

Non aggiungerò nulla della trama perché desidero che lo leggiate. Anche se, come me, pensate di non amare il genere, non date nulla per scontato. E se i vampiri continuassero a non piacervi, la scrittura è davvero coinvolgente. Bravissima Irma Panova Maino, e grazie per questa bella lettura!

Facebooktwitterpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *